27 June 2018

Il costume da mare retrò

vichy1

Intero o a due pezzi, quest’anno il costume da bagno è in stile retrò, anni ’50 per la precisione. Bando dunque a forme sgambate e pezzi di stoffa di pochi, pochissimi centimetri. Bentornate invece culotte a vita alta con cintura in stoffa, reggiseni a bustier, spalline ampie e ruches vezzose applicate qua e là. Insomma, ben tornato bon ton. Veniamo ora ai tessuti e alle fantasie. Per uno stile autenticamente anni ’50, ci vuole, ça va sans dire, il tessuto Vichy, che fa tanto vecchia Cannes. Alle nostalgiche del romanticismo d’antan è invece riservato l’immacolato pizzo Sangallo che, col suo candore, richiama l’infanzia e il sognante mondo di una volta. Per uno stile un po’ alla Minnie, ci sono invece i costumi a pois, fantasia intramontabile che ha sempre il suo perché. Ora che hai scelto il tuo costume stile Fifties, serve l’accessorio giusto, come una colorata fascia da mettere fra i capelli e un bell’occhiale cat eyes, con cui rendere lo sguardo malizioso. E a completare il tutto, invece che la classica borsa da mare, perché non un bel paniere in paglia?

Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su