3 October 2018

Parigi Fashion Week pe 19: Balenciaga, Chanel, Valentino

Chanel

La rutilante settimana della moda parigina volge al termine, dopo averci regalato una avant première assoluta di quello che troveremo la prossima stagione calda nei negozi e che vedremo addosso alle appassionate di moda di tutto il mondo. Fra gli ultimi marchi a sfilare ci sono Balenciaga, Chanel e Valentino. Ma andiamo con ordine. Balenciaga, in una cornice futuribile dai colori psichedelici e dalla colonna sonora post-punk, presenta look dai colori accesi, tendenzialmente monocromi, con spalle ben squadrate e volumetrie tridimensionali. Oltre che per le forme costruite, la collezione ci ha attirati per i dettagli, come la pochette a forma di rivista oppure ancora come le décolleté e gli stivaletti-collant con punta squadrata, che, c’è da scommetterci, diventeranno un vero e proprio must have della prossima stagione. Tutt’altra atmosfera si respira da Chanel, che presenta una collezione dal mood vacanziero, bon ton e vagamente retrò, in omaggio alla mitica Coco. Sfilano grandi cappelli di paglia, freschi abiti prendisole e i classici tailleur in tweed, che sono la firma stilistica di Chanel e che, per il prossimo anno, sono declinati in colori delicati e squillanti come il giallo canarino, l’oro, il rosa oppure il verde acceso. Sulla passerella di Valentino, sfilano tessuti preziosi, ora rigidi e arricciati, ora morbidi, lucidi e scivolosi, ora trasparenti ed eterei. Grandi protagoniste sono le maniche a sbuffo, che ritroviamo sui lunghi abiti da sera e sulle voluminose camicie da giorno. E per quanto riguarda i colori, dopo un’apertura di sfilata giocata sugli outfit monocromi, arriva un profluvio di stampe multicolori, di tessuti dai sinuosi arabeschi che richiamano quelli delle stoffe mediorientali.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su