5 June 2019

Tommy Sport: come tenersi in forma con stile

Tommy Sport

Se ancora vi manca quel motivo in più per cominciare a tenervi in forma seriamente, lo avrete a partire da questo preciso istante. Tommy Hilfiger ha lanciato la sua primissima collezione di abbigliamento sportivo. Battezzata semplicemente Tommy Sport, la collezione promette di farvi amare pesi, tapis roulant, jogging, sport di squadra e tutto ciò che abbia a che fare con lo sforzo fisico, la fatica e il sudore. Come riuscirà il marchio made in USA nell’impresa? Semplice. Vista la bellezza dei pezzi della linea Sport, gli stilisti di Tommy sono sicuri che cercherete tutte le occasioni possibili e immaginabili per indossarli. Bianco, blu e rosso in versione color block sono i colori dominanti della linea, che sono anche i colori simbolo della bandiera americana e del brand Tommy, che dell’American style è il portabandiera. Leggings, t-shirt, felpe, pantaloncini, top, giubbotti impermeabili, zaini, scarpe e accessori… gli essenziali per allenarsi in modo confortevole ci sono tutti, nessuno escluso. E siccome lo stile athleisure, quest’anno, è uscito dalle palestre per invadere le strade e la vita quotidiana, i capi della linea Tommy Sport ci accompagneranno tutti i giorni, prima, durante e dopo l’allenamento. In palestra così come per le strade metropolitane, durante una sessione di fitness così come al lavoro avremo stile e benessere due-in-uno. Del resto, come ha dichiarato il marchio di abbigliamento Tommy Hilfiger nel comunicato di lancio, la collezione si rivolge alle nuove generazioni, per le quali il benessere e la forma fisica sono diventati uno stile di vita a 360 gradi. Per regalare un confort impareggiabile, i capi sono realizzati in tessuti tecnici d’avanguardia: tecnologie di compressione, materie traspiranti, trattamenti impermeabili ed elementi stretch fanno di ogni capo un vero e proprio concentrato di benessere.

Tommy Sport1

Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su