3 May 2019

Moschino for The Sims: fra realtà e finzione

Moschino3

Si dice che, con la realtà virtuale, i confini fra vita vera e finzione siano sempre più incerti e confusi. A renderli ancora più fluidi, ci mancava solo Moschino. Il brand dallo stile più irriverente del mondo del fashion ne ha fatta un’altra delle sue. Ha lanciato una collezione moda in collaborazione con The Sims. Se di collaborazioni fashion se ne vedono spuntare qua e là tantissime in giro per il globo, questa è in assoluto la prima fra un brand di moda e i produttori di un videogioco. Una cosa mai vista che noi di Drezzy non potevamo certo lasciarci scappare. La cosa perô non sorprende, se si considera la passione per la pop culture e per tutte le sue molteplici espressioni propria di Moschino. Lo stile del brand riprende da sempre l’estetica colorata e naïf dei prodotti di massa creando outfit che sono come autentici personaggi cartoon. Personaggi di cui è bello fantasticare la storia. Nel 2019, dal semplice universo dei cartoni animati siamo passati a quello delle simulazioni di vita in 3D. I nostri avatar di The Sims avranno presto a disposizione nei loro armadi virtuali gli abiti della nuova collezione Moschino. Noi, nella realtà, possiamo averli già dal 13 aprile, semplicemente facendo click sui siti di e-commerce. La capsule collection Moschino x The Sims si compone di otto pezzi, disponibili sia nella versione da uomo che in quella da donna, che si ispirano alla giocosa atmosfera del video-game culto. Fantasie e logo pixelizzati sono la principale caratteristica della capsule. I pezzi più imperdibili? La felpa con cappuccio Freezer Bunny, la t-shirt Lamacorn e, visto che il momento di prenotare le vacanze si avvicina sempre più inesorabilmente, il costume da bagno Plumbob. Una collezione per vivere la vita come fosse una realtà aumentata.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su