14 March 2019

I capi must have per la primavera estate 2019

Proenza Schouler

Capi tie dye, pezzi fluo, abiti a rete. Ecco che cosa non può non esserci nel guardaroba primavera-estate 2019. A non dover mancare è un capo color neon, da scegliere nelle varianti verde oppure arancione Uniposca e da abbinare con pezzi sporty, dalle sneakers ai pantaloni da ciclista. Questi ultimi sono un altro grande must have di stagione, da portare non più solo con la felpa per andare a correre ma anche, e forse soprattutto, con la giacca di tailleur per andare in ufficio. Altro pezzo immancabile sono l’abito o la maglia a rete, che si ispirano al sognante universo delle barche, dei gabbiani e dei pescatori e che, data la trasparenza, sono perfetto per comporre look multi-lyer, magari con sotto un pantalone aperto sul fondo. Il pantalone aperto sul fondo è la grande novità 2019, insieme ai capi in stile tie dye, che regalano all’outfit un’aura quasi grunge, sicuramente urbana, perfetta per le giovanissime e per coloro che vogliono percorrere la giungla metropolitana con stile grintoso. Continuano a imperversare ormai da qualche stagione gli Eighties, senza mai stancarci. Le spalle formato XXL sono il marchio di fabbrica dei ruggenti anni Ottanta e possono essere scelte sia nel più severo formato squadrato sia nel più romantico formato a palloncino oppure ancora nel formato grandi maniche. In entrambi i casi, lo stile risulterà opulento. Non accenna a passare di moda la stampa animalier, che è ormai in voga da una o due stagioni e che ci accompagnerà fino a tutto il prossimo inverno. Un trench leopardato o un pantalone pitonato non possono non entrare a far parte del nostro armadio. Sono ormai, più che un vezzo da concedersi in poche, selezionate occasioni, un must have per la vita di tutti i giorni.

Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su