3 January 2019

Guida ai saldi 2019

Saldi

Il momento tanto aspettato sta finalmente arrivando. Vestiti e accessori che tenevamo d’occhio ormai da un po’ stanno per diventare d’improvviso accessibili. Ma andare per saldi, le fashioniste lo sanno bene, non è cosa semplice. Si tratta di un vero e proprio mestiere, che ha le sue regole da conoscere. Anzi, trattasi forse di una vera e propria arte, che conviene padroneggiare se si vuole approfittare al meglio degli sconti senza correre il rischio di fregature o di colpi di testa, di quelli che poi restano per sempre inutilizzati nell’armadio col cartellino ancora ben attaccato. La prima regola da seguire quando si va per saldi è quella di fare un inventario del guardaroba, per capire cosa effettivamente ci serve e cosa no. Altra cosa da fare, per evitare che il canto delle sirene del meno 50% ci seduca a tal punto da farci prendere di tutto e di più, è quella di stabilire un budget oltre il quale non andare. Eviteremo così di svaligiare negozi e siti internet in preda alla febbre dell’acquisto. Altro consiglio è di non acquistare tutto subito, a meno che non si tratti di qualcosa che abbiamo adocchiato ormai da mesi in attesa del momento propizio. In generale è consigliato fare un giro esploratorio per negozi oppure in rete, dove il giro fra gli scaffali, virtuali, lo si può fare comodamente 24 ore su 24. Un ultimo consiglio è quello di informarsi su cosa è di tendenza le prossime stagioni per evitare di prendere capi e accessori che poi fra qualche mese sembrino già datati. In alternativa, si può puntare sui grandi classici, di quelli che non passano mai di moda, primo fra tutti il tanto amato tubino nero. Del resto, quale migliore occasione dei saldi per dotarsi di un pezzo intramontabile?

Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su