Milano Fashion Week Donna

New York, Londra, Parigi e Milano. Eccole le quattro fashion week più importanti al mondo, quelle in grado di lanciare i nuovissimi trend e di dettare lo stile delle stagioni in arrivo. Gli abiti più chic, le combinazioni più choc, tutto ciò che ben presto sarà in e quello che invece sarà irrimediabilmente out puoi scoprirlo in anteprima solo guardando da vicino le passerelle delle Grandi 4 e solo sapendone cogliere fra le righe lo spirito, come una vera cacciatrice di tendenze. E fra le fashion week, Milano Moda Donna è quella che osa sempre più di tutte. È la più scoppiettante di feste, la più densa di eventi e la più carica di novità fra le “big four”. Arriva due volte all’anno, in ordine di tempo dopo le settimane della moda di New York e Londra, trasformando la città italiana nell’indiscussa, elettrica capitale universale della moda. Fucina di nuovi e nuovissimi talenti, teatro dal 1958 sia di marchi storici che di brand assolutamente inediti, la Fashion Week milanese è un laboratorio sperimentale su cui per un’intera settimana sono puntati gli occhi del mondo intero. Impossibile perderla o non farsi coinvolgere dalla febbre adrenalinica delle sue celebri catwalk. Gucci, Armani, Versace sono solo alcuni dei grandissimi che scelgono Milano per presentare al mondo le loro ultime creazioni. E se non sei fra gli invitati delle primissime file o non hai tempo per seguire tutte le passerelle, Drezzy.it seleziona per te i momenti imperdibili. E anche quando il linguaggio della moda si fa troppo complesso, ci pensa il tuo personal shopper in rete a darti le dritte giuste e ad aiutarti a decriptare le tendenze per farle tue al 100%.

Nuova Collezione primavera estate 2018 MARNI
marni ss18

Marni non finisce mai di stupirci. Per la prossima primavera estate 2018 propone una donna che fa della sperimentazione e dell’inatteso la propria grandissima arte. Le stampe degli abiti evocano quelle dei vestiti che si trovano nei mercatini vintage di Londra e di Parigi. Tantissimi sono i loro colori e ancora più numerose le loro fantasie. Sgargianti motivi a quadri, enormi fiori, decori 3D e, ancora, caleidoscopici patchwork e delicati ritratti a china e ad acquarello sono la firma di stile di Marni per la prossima stagione calda. Ogni outfit è un trionfo di colori e di dettagli sgargianti. E se le fantasie scelte sono insolite, non potevano non esserlo anche le texture. Il direttore creativo Francesco Risso, che, dopo aver a lungo lavorato nello staff Prada, ha preso le redini del marchio Marni, si è divertito a creare inedite sovrapposizioni di forme, di motivi a stampa e di tessuti. Tutto è all’insegna dell’eclettismo più gioioso e sfrenato. I coloratissimi dettagli in pelliccia incontrano l’innovatività dei tessuti tecnici, E per quanto riguarda le linee, queste sono ampie e morbide, all’insegna di uno stile di vita easy e rilassato. Uno stile che richiama da vicino le atmosfere bohemienne dei mitici anni Settanta. Le gonne sono ampie e scendono fin sotto il ginocchio. I soprabiti sono lunghi e comodi. Le loro spalle vaste regalano alla figura femminile una squillante e vivace maestosità. E fra i dettagli più golosi della collezione ci sono le coloratissime maxibag, che sono vere e proprie chicche di creatività.

@photo Credit Camera Nazionale della Moda

Collezione primavera estate 2018 Ermanno Scervino

Leggera e spensierata come un giorno d’estate, la donna firmata Ermanno Scervino per la prossima stagione calda è la quint’essenza della femminilità. Una femminilità di stampo tradizionale, fiorita e delicata. Le gonne e gli abiti da sera che arrivano fin sotto il ginocchio sono realizzati in tessuti impalpabili. Le sete e le organze di cui sono fatti regalano alla figura femmminile un’aura gaia e lieve. I decori 3D danno all’outfit una consistenza quasi spumosa. Le tenui fantasie floreali hanno un ché di gioioso e di evanescente. I dettagli broderie sono di una grazia sconfinata. Proprio come un giardino segreto e prezioso, la donna Scervino è un inno ai fiori e alla loro fragile bellezza. Unico tocco di sfrontata malizia sono i lunghi guanti trasparenti neri, che regalano alla sognante delicatezza di ogni singolo outfit un’intrigante aura di mistero e di audacia. E audaci sono anche le giacche in pelle, strettissime e dalle linee sartoriali impeccabili. Di colore nero oppure rosso acceso, le leather jaket regalano grinta e dinamicità al look. Insieme all’utilizzo di materiali d’avanguardia come la tecnoseta, le giacche in pelle trasformano la femminilità old-style firmata Scervino in qualcosa di incredibilmente contemporaneo. E sempre fra gli elementi che evocano uno stile metropolitano c’è il lungo trench, vero grande protagonista della prossima stagione calda. Invece, fra i dettagli che più ci hanno appassionato della prossima collezione Scervino, ci sono le sottilissime cinture in pelle, da portare rigorosamente strette in vita.

@Photo Credit Camera Nazionale della Moda

SETTIMANA DELLA MODA MILANO SETTEMBRE 2017: ROBERTO CAVALLI

Più magico e secucente che mai, lo stile Roberto Cavalli per la prossima primavera estate 2018 è all’insegna del fascino e della femminilità più classici. In passerella abbiamo visto sfilare sofisticati abiti da sera, capaci di disegnare alla perfezione il corpo femminile grazie alle loro forme, che sono ora morbide, fluide e sinuose, ora aderenti e strizzatissime. I tagli a sirena delle gonne, gli stretti bustier in pelle, i sapienti giochi di lacci attorno alle spalle sono solo alcuni dei tanti ingredienti di seduzione firmati Cavalli per la prossima stagione calda. Vera e propria chicca della collezione è il trench, pezzo intramontabile che Cavalli reinterpreta in chiave totalmente inedita. I motivi animalier rendono questo grande classico del guardaroba femminile unico e innovativo. Del resto Cavalli è lo stilista che ha fatto delle stampe animalier la propria firma di stile. Quest’anno propone dei sofisticati motivi zebrati che giocano sui toni del bianco, del nero, del rosso cupo e del verde militare. Sono questi i colori che dominano tutta la collezione, insieme alle delicate tonalità lilla e beige. La palette di colori scelta è semplice, pulita e naturale, per lasciarci apprezzare le affascinanti linee dei capi e gli splendidi tagli degli abiti. Dopo una collezione resort che è stata un tripudio di colori e di elementi decô, la maison di moda fiorentina ha scelto di tornare all’essenziale. E fra i dettagli di stile che oggi ci hanno letteralmente catturato, spiccano sicuramente i grossi bracciali e gli splendidi collier, che ci portano con la fantasia dritti dritti in Africa.

@photo Credit camera Nazionale della Moda

MILANO FASHION WEEK 2017: ETRO SHOW [FOTO GALLERY]

Proprio come un lungo e appassionante viaggio, la collezione Etro per la prossima primavera estate 2018 ci porta dritti dritti in mondi ed epoche lontani. Il fashion show firmato Etro di oggi è stato come un affascinante tour che ha toccato le coste dell’Africa e quelle dell’India, le magiche capitali degli zar e le lontane isole oceaniche, gli sfarzosi palazzi veneziani e quelli Art Deco di Vienna. Tantissime sono le ispirazioni tratte da mondi esotici che Veronica Etro è riuscita, in modo quasi alchemico, a trasformare in splendidi e fastosi outfit. Impossibile identificarle e raccontarle tutte, tanto sono numerose e mixate fra loro. Ricco di decori, stampe batick e sontuosi ricami, ogni singolo pezzo della collezione è qualcosa di assolutamente unico, che cattura magneticamente lo sguardo e fa sognare. Se avviciniamo lo sguardo scopriamo un universo di motivi paisley, floreali e animalier, di righe e di punti, dissimulati nell’allegria dei colori e nella straordinaria ricchezza di elementi. Minimo comun denominatore di tutti gli abiti visti in passerella sono, oltre alla preziosità dei tessuti e all’opulenza dei motivi grafici, le forme fluide e piacevolmente easy da portare. I trench scendono morbidi fino alla caviglia. Gli sfarzosi abiti-pijama regalano alla figura femminile un’allure sofisticatamente rilassata. Le lunghe gonne in pizzo bianco oppure in chiffon trasformano il lusso in qualcosa di comodo e di piacevolmente confortevole. Le lunghe giacche kimono avvolgono il corpo e accompagnano leggere l’andatura.

 

@Photo Credit Camera nazionale della Moda

Giorgio Armani Spring Summer 2018 Fashion Show

Con Giorgio Armani sono andati oggi in scena classe ed equilibrio. Per la prossima primavera estate 2018 il re della moda italiana propone uno stile pulito ed essenziale, come è da sempre nelle sue corde. Il suo è un incessante lavoro di rivisitazione al femminile di temi tipicamente maschili, come il blazer dal taglio rigorosamente mannish, rubato dall’armadio di lui e trasformato in un grande classico del guardaroba da donna. Anche per la prossima stagione calda il blazer è protagonista, Armani lo propone in tessuti sofisticati e in tonalità delicate e lucenti, che regalano alla figura femminile un’aura distinta e sensuale. Le svolazzanti gonne e gli ampi pantaloni da odalisca evocano un lusso easy, che si lascia portare con comodità e naturalezza. Leggere trasparenze, studiate sovrapposizioni e pallidi riflessi donano agli outfit un ché di evanescente. Per quanto riguarda i colori, lo stilista si affida a una palette particolarmente ricca e insieme sofisticatissima. I rosa, gli azzurri e i verde acqua si alternano ai classici nero e rosso. La speciale nuance chiara e luminosa di grigio scelta da Armani regala raffinati bagliori metallici. Le opulente e insieme  finissime stampe a fiori richiamano i decori delle porcellane. E richiamano anche  l’Oriente, altra grande e riconoscibilissima firma di stile della maison italiana. E per rendere la figura femminile insieme classica e contemporanea, anche per la prossima stagione Armani combina la sapienza sartoriale italiana all’audacia dei tessuti tecnici. Cosî il lusso si fa incredibilmente comodo e leggero e ciô che è nuovo diventa già intramontabile.
@photocredit Camera Nazionale della Moda

Moschino Fashion show primavera estate 2018
moschino ss18

Ironica ed eccessiva, la donna firmata Moschino per la prossima primavera estate 2018 è fra le più indimenticabili ed esuberanti che abbiamo visto in passerella quest’anno. A catturare il nostro sguardo è stato soprattutto il connubio fra il giubbotto da biker e l’ampia gonna in tulle da ballerina classica, il tutto condito da iperfemminili calze a rete e da audaci stivali da motociclista. Pronta per un lungo viaggio on the road, la donna Moschino della prossima stagione calda mostra come il mitico chiodo possa trasformarsi in un pezzo del guardaroba femminile ad alto tasso di sensualità. Stravolto nelle proporzioni, che sono micro e aderentissime, e nel colore, che è rigorosamente pink, ecco che il chiodo diventa subito simbolo di una femminilità sexy e audace. E i vaporosi tutù in tulle, nelle tonalità del rosa e dell’azzurro oppure in quelle accese del rosso e del giallo, regalano un’aura romantica all’estetica biker e a quella punk, che dominano tutta la collezione. Strizzatissimi bustier neri, lunghi guanti in pelle e collari con catena aggiungono alla ricetta di stile firmata Moschino un ammiccante e divertito tocco fetish. E per sorprenderci ancora di più, Moschino ripropone, anche per la prossima stagione, le sue ormai mitiche felpe e le sue folgoranti t-shirt. Decorate con maxiscritte oppure con patches raffiguranti i mini-pony, sono loro la ciliegina sulla torta di una collezione all’insegna della sfrontatezza e dell’estroversione.
@photocredit Camera Nazionale della Moda

NUOVA COLLEZIONE PRADA SPRING SUMMER 2018
prada ss18

L’ironico bon ton firmato Prada non finisce mai di sorprenderci, declinato com’è in mille e una variante. Delle mise Prada per la prossima stagione calda 2018, a stupirci sono stati i giochi di sovrapposizioni e la molteplicità di ispirazioni che la casa di moda milanese è riuscita a far confluire in ogni singolo outfit. Si va dagli influssi anni Quaranta, spaziando per i riferimenti al look delle white collars fino alle divertenti atmosfere pop dei comics. Se le forme di abiti, gonne e camicie sono classiche e rigorose, il loro mix and match è assolutamente spiazzante. Cosî come lo sono i colori. Lo sbarazzino vestito con maniche a sbuffo è indossato sopra alla camicia da ufficio e al pantalone. Il severo e abbottonatissimo colletto, vera firma di stile di questa collezione, è a contrasto con la tradizionale camicia azzurra e ha i colori accesi del rosso e del nero. Le classiche e intramontabili linee del trench appaiono decostruite da particolari geometrie di colore. La raffinata longuette nera, ben stretta in vita, è movimentata da fenditure di colore acceso. Regola e sregolatezza, dunque, per una sfilata destinata a lasciare il segno. E oltre che sull’iconico colletto, per la prossima primavera estate, Miuccia Prada ha scelto di puntare tutto sulle stampe. E lo ha fatto, come sempre, a suo modo, mixando in un unico outfit motivi animalier a figure dei fumetti, fantasie a righe con  tessuti a pois. E per quanto riguarda gli accostamenti di tessuti e di colori, beh, l’effetto sorpresa è stato garantito!
@photocredit Camera Nazionale della Moda

MILANO FASHION SHOW SETTEMBRE 2017: FENDI STYLE
Fendi ss18

@photocredit Camera Nazionale della Moda

Sulla passerella di Fendi ha sfilato oggi la sapienza sartoriale portata ai massimi livelli. Per la prossima primavera estate 2018 la storica maison di moda romana propone una donna moderna ed eccentrica. Ogni look dosa sapientemente iperfemminilità e stravaganza, regalando qualcosa di assolutamente inedito nel panorama della moda. Indiscusse protagoniste della sfilata milanese sono le righe, che ritroviamo su lunghi e fluidi cappotti, su camicie dal taglio costruito e su ampie gonne che arrivano tutte fin sotto il ginocchio. Oblique, verticali oppure orizzontali, le righe sono chiamate a dare un tocco di rigore bon ton alla figura femminile e a creare magnetici effetti optical su gonne, blazers e collant. Insieme ai lacci e alle rouches attorno alle spalle, le righe creano l’essenza del movimento. E spesso le troviamo in una sorprendente versione estiva del motivo tartan. Le forme degli abiti sono una magica alchimia di fluido e di strutturato, di morbido e di rigido. Spalle e maniche 3D si alternano e si sovrappongono a tessuti svolazzanti. L’estetica retrô di certi abiti è rivisitata in chiave assolutamente contemporanea grazie a spiazzanti sovrapposizioni e innovativi tagli al laser. Un po’ sporty e un po’ chic, la donna firmata Fendi ha un’essenza tutta metropolitana. Con la vita ben disegnata da alte e strette cinture, si muove in città con capienti shoppers portate a mano, dove campeggia l’iconico logo del brand. E, per la prossima stagione, occhio anche alle minibag, che, con i loro preziosi inserti come piume e portachiavi, si preparano a diventare il nuovo immancabile dettaglio luxury.

Alberta Ferretti spring summer 2018 Fashion Show

Sofisticata ed eterea, la donna firmata Alberta Ferretti per la primavera estate 2018 non tradisce le nostre più alte aspettative. Avvolta in tessuti impalpabili e preziosi, questa donna dalla femminilità discreta e sensuale ha falcato la passerella con naturale eleganza. Le sue mise hanno i toni classici e intramontabili del nero, del sabbia e del rosso, ma anche quelli dolci e delicati del rosa e dell’azzurro pallido. Sono questi due ultimi colori i grandi protagonisti della prossima stagione calda. Altri grandi protagonisti della stagione che viene sono i glitter. Alberta Ferretti li ha rivisitati in chiave sobria e iperelegante, come è nella ormai consolidata tradizione della maison italiana di moda. Bagliori metallici illuminano le delicate tonalità pastello scelte dalla stilista romagnola, dando alla figura femminile un’allure magica e inarrivabile. Tutti i look visti in passerella si giocano su raffinati ton sur ton, su studiate sovrapposizioni di lungo e di corto e su delicate trasparenze. Le piume aggiungono movimento allo splendore degli abiti da sera, che sono lunghi e svolazzanti. Le forme scelte sono sempre fluide. Le morbide e fresche gonne, gli svolazzanti soprabiti e gli ampi pantaloni accompagnano dolcemente il corpo in tutti i suoi movimenti, disegnandone le forme in modo naturale e senza costringerle. Il risultato è quello di un’eleganza disinvolta, di un lusso bello da vedere e ancora più piacevole da portare. Vere e proprie chicche della collezione sono: l’ampio impermeabile in tessuto tecnico, da portare rigorosamente sull’abito da sera, e l’avvolgente vestito in maglia a rete, con il suo intrigante effetto vedo-non-vedo, che è un altro dei leit motiv preferiti dalla stilista.
@photo credit Camera Nazionale della Moda

Gucci spring summer 2018 fashion Show

Gucci veste la primavera/estate 2018 di colore e stravaganza. Stampe, slogan, glitter, ma, soprattutto, un’altissima dose di autoironia sono gli ingredienti scelti dalla maison di moda made in Florence per dare alla prossima stagione calda la giusta sferzata di energia. Alessandro Michele, talentuoso direttore creativo del brand, ha vestito la donna Gucci con colori energici e giocosi. Ha deciso di mixare forme classiche a tagli audaci. Il risultato di questa speciale alchimia?! Una figura femminile decisamente sopra le righe, che ama stupire per il suo essere rigorosamente controcorrente. Grandi protagonisti della prossima stagione calda sono le ormai immancabili spalle anni 80, che, con i loro ampi e geometrici sbuffi, hanno fatto il trionfale ingresso sulle pagine di moda già da questa stagione. Le mitiche spalle eighties le ritroviamo su abiti, tailleur e bomber, a dare rigore e iconicità alla silhouette. Alessandro Michele ce le ripropone in versione maxi che più maxi non si puô. E alle spalle ben strutturate, contrappone pantaloni e gonne dal tessuto morbido e dalle forme fluide, che scivolano piacevolmente lungo il corpo seguendone i movimenti. Il direttore creativo di Gucci si lascia poi ispirare dalle psichedeliche atmosfere della disco music.  Riesce sapientemente a mixarle con pezzi bon ton, che vanno dalla classica longuette fino agli ampi cardigan con profilo a contrasto. Sovrapporre e giocare, sono queste le parole d’ordine per la prossima stagione. E con il suo caleidoscopico mix and match di tagli, forme, lunghezze e colori, Gucci definisce uno stile cosî unico e originale da ridefinire i canoni della moda per le stagioni a venire. E anche per quanto riguarda gli accessori, la stravagante firma di Alessandro Michele si fa sentire. I mitici occhiali aviator sono rivisitati dalla maison Gucci in modo del tutto inedito e, c’è da giurarci, diventeranno presto oggetto culto per tutte le fashioniste.
@Photo credit Camera Nazionale della Moda

Su