27 May 2019

Birkenstock dolce far niente: i sandali preziosi

Birkenstock

È ufficiale: Birkenstock ama la Toscana. E la Toscana ricambia. Per celebrare una delle più belle regioni del mondo, il marchio tedesco di scarpe confortevoli ha lanciato una collezione di sandali in collaborazione con l’hotel Il Pellicano. Situato a Porto Ercole, Il Pellicano sposa un’idea della vita in sintonia con i ritmi della natura, che è quella magica dell’Argentario e delle stagioni, che sono quelle gradevoli offerte dal Mediterraneo. Per il tempo di questa collezione, il confort di Birkenstock si veste di lusso e di materiali preziosi come rafia naturale, cuoio e satin di seta. La raffinatezza espressa dalla manifattura haute-de-gamme dei sandali si combina con la semplicità propria dei modelli Birkenstock, all’insegna di un’estate comoda ed elegante e di una qualità che dura ben oltre il tempo effimero di una stagione. Il nome della collezione ne esprime al meglio lo spirito libero e rilassato. I sandali si chiamano Il dolce far niente, in onore a quel particolare stile di vita che rende l’Italia un luogo magico. Risveglio in dolcezza, colazione al bar leggendo il giornale e poi mare fino al tramonto, quando nei villaggi animati si accendono le prime luci e si stappano le bottiglie dell’aperitivo. È questa la dolce vita d’estate lungo le belle coste della Toscana. Da giugno fino a settembre, i sandali Il dolce far niente coccoleranno i nostri piedi come i morbidi tappeti di un hotel a 5 stelle. Non appena li si indossa, vengono alla mente le lunghe e incontaminate spiagge del sud toscano, dove lo sguardo si perde fra cielo e mare. Per quanto riguarda i colori, la scelta è fra tonalità naturali che richiamano il colore della terra, come l’ebano e il daino, e colori più vivaci, come il blu e il rosso acceso.

Birkenstock1

Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su