11 February 2012

JumpFromPaper: le borse cartoon! (foto)

E se anche per un momento diventassimo dei cartoni? La moda ci dà anche quest’opportunità grazie alla fantasia e alla creatività degli stilisti: è il caso di dirlo guardando le borse cartoon che oggi vi prensentiamo. A idearle è stato il marchio JumpFromPaper, ed in particolare i designer Chay Su e Rika Lin, che hanno avuto un’ idea molto innovativa e divertente.

La moda e la sua fantasia non hanno limiti. E ci permettono anche e soprattutto (il bello è questo!) di sognare ad occhi aperti. Per esempio vi è mai capitato di sognare di trasformarvi in cartoni animati? Anche Chay Su e Rika Lin hanno avuto questo desiderio e l’hanno trasportato nel loro lavoro di designer realizzando le borse cartoon. Le due ragazze hanno creato la loro borsa ideale: il punto di partenza è stato un disegno a due dimensioni trasformato, poi, in una borsa vera e proprio a tre dimensioni.. Dalla borsa poi è passati a un’intera collezione dall’aspetto fumettoso. Come potete ben notare i modelli sono contornati da linee realizzate come se fossero state disegnate da un pennarello a punta grossa:

Vivacissimi i colori della borse che nonostante l’aspetto di “carta” sono abbastanza resistenti: ogni borsa è stata realizzata in canapa e poliestere e ha anche molto spazio al proprio interno per poterci mettere oggetti vari che ci servono durante il giorno a lavoro , come il computer portatile o l’iPad (per un massimo di 3 chili).

Questo tipo di materiale si può lavare con acqua. Quindi nessun problema se lo sporcate. Che ne pensate? Il costo non è proibitivo: tra i 60 e gli 80 dollari al pezzo.

Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su