28 September 2018

Parigi Fashion Week pe 2019: Chloè, Gucci, Isabel Marant

Isabel Marant6

Subito dopo l’effervescente settimana della moda di Milano ecco arrivare la più chic delle fashion week: quella di Parigi. Fra le collezioni primavera estate 2019 che abbiamo più amato di questa raffinatissima settimana della moda parigina, ci sono quelle firmate Chloè, Gucci e Isabel Marant. Partiamo da Chloè, che presenta una collezione libera, leggera e spensierata che guarda agli anni Settanta e all’universo degli hippies. Nomade e chic, la donna firmata Chloè, con i capelli tirati all’indietro come fossero una lunga criniera, è avvolta in lunghi abiti a tunica, dai colori naturali oppure ancora dalle colorate stampe come fossero foulard, ed è riccamente adornata da grandi orecchini, importanti collane e scintillanti bracciali in metallo. Ironica come sempre, la moda Gucci sovverte tutti i codici dello stile, proponendo arditi mix and match di forme e di colori, di epoche e di culture diverse. Nell’eterogeneo stile firmato Gucci ritroviamo gli anni Ottanta, con le loro enormi spalle e i loro colori accesissimi, ma anche gli anni Settanta, con i loro pantaloni a zampa d’elefante e i loro lunghi blazer. E ancora, troviamo dettagli bon ton, come i golfini con profili a contrasto, uniti a elementi bohème, come i lunghi abiti da gitana con frange oppure con fantasie patchwork. Il tutto è condito con una sapiente dose di umorismo. Isabel Marant invece ci seduce con i suoi luccicanti abiti in lamé e con le spalle 3D degli ampi giubbotti jeans, cui alterna silhouette più romantiche, che vedono protagonisti delicati pizzi e svolazzanti merletti. Lunghi stivali in cuoio da moderna cow girl metropolitana, tagliati al laser e arricciati lungo la gamba, sono i grandi protagonisti degli outfit, in abbinamento a cortissimi shorts leggermente svasati sul fondo.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su