17 September 2018

London Fashion Week: Victoria Beckham pe 2019

Victoria Beckham 2

Lo stile confort chic di Victoria Beckham ha lasciato il segno in questa settimana della moda di Londra. La stilista ed ex cantante pop britannica ha festeggiato con un défilé alla galleria Thaddaeus Ropac di Londra i suoi primi 10 anni nel mondo della moda. C’è da dire che di acqua sotto i ponti ne è passata, da quando Victoria Beckham era ancora Posh Spice e si scatenava sui palchi di tutto il mondo. Da icona pop per teenager, in soli 10 anni, Mrs Beckham si è trasformata in business woman dal pugno di ferro, diventando punto di riferimento per donne sofisticate. Donne che amano uno stile concettuale, vedi intellettuale. Questo per dire che, nella vita, tutto è possibile. Ma veniamo all’ultima sfilata-anniversario di Victoria. Quello che la rende speciale? Un sapiente mélange fra sobrietà e ornamento, uno stile che si trova al confine del maschile e del femminile riuscendoci a stare meravigliosamente in equilibrio. Esempio del perfetto equilibrio fra maschile e femminile sono gli outfit composti da un paio di ampi e confortevoli pantaloni dal taglio mannish abbinati a iperfemminili top in satin con dettagli in pizzo. Altro esempio sono i blazer dai tagli rigorosi abbinati ad ampie e vaporose gonne. Per la sera, Victoria Beckham propone lunghi abiti a tunica dalle forme destrutturate, da portare soli oppure, perché nô, da sperimentare in abbinamento a un pantalone slim fit aperto sul fondo. Per quanto riguarda i colori, la stilista sceglie una palette limitata, fra cui spiccano il grigio, il bianco, il nocciola e l’azzurro. Dettagli rosso fuoco percorrono come un brivido tutta la collezione.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su