18 July 2019

Wonderlust di Michael Kors: un viaggio olfattivo ai Tropici

Wonderlust

Destinazione: Caraibi. Il nuovo profumo di Michael KorsWonderlust, si offre a noi come un viaggio olfattivo in terre lontane. Questa fragranza succosa come un frutto tropicale incarna una natura rigogliosa e carica di profumi, come quella paradisiaca di un’isola di sogno. La fragranza appartiene alla famiglia Orientale-Gourmand, che mixa spezie e frutta, profondità balsamiche ed esplosioni di sole. Il viaggio olfattivo inizia sulle note esperiate del bergamotto e del mandarino di Sicilia, che regalano alle narici un’ouverture frizzante. Il latte di mandorla avvolge i sensi con la sua delicata gourmandise per poi lasciare il passo ai delicati accenti speziati del pepe rosa. Al cuore della fragranza, c’è un tripudio di fiori orientali su cui spicca la luminosa raffinatezza del Jasmin. Le note di fondo sono quelle profonde e vibranti del legno di cachemire e del legno di Sandalo dello Sri Lanka, accarezzate dalle scie calde e avvolgenti del Benjoino del Siam. Golosa e irresistibile, la nuova fragranza firmata Michael Kors porta un nome che le calza a pennello. Wonderlust indica un irrefrenabile desiderio di viaggio e di scoperta. Volto mediatico del nuovo profumo è una solare Gigi Hadid, che, per l’occasione, posa su una spiaggia paradisiaca dei Caraibi, i piedi immersi in un’acqua cristallina che si perde all’orizzonte e un fare gioioso che contagia. Costume intero vintage e sorriso smagliante, la modella ha dichiarato, a margine dello shooting fotografico, che Wonderlust è come una lunga, magica vacanza concentrata in una boccetta di profumo. La boccetta in questione è trasparente con riflessi caldi rosa champagne, che richiamano le tinte sublimi del sole al tramonto. Il tappo e il collo della bottiglietta scintillano di riflessi d’oro, quasi a richiamare le note lussuose che stregano l’olfatto a ogni nuova vaporizzazione. Buon viaggio, con Wonderlust!

Wonderlust1

Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su