29 January 2019

Prodotti beauty My Clarins: la natura al servizio della pelle

clarins-myclarins

Se è vero che il buon giorno si vede dal mattino, allora vale proprio la pena investire nei rituali del risveglio: una buona colazione a base di yogurt, frutta e cereali per ingranare in modo energico, una doccia tonificante per partire con sprint e un pieno di acqua e di vitamine perché la pelle del viso risplenda come una rosa. Per aiutare le giovani donne a iniziare la giornata con brio, Clarins ha creato la nuova gamma di prodotti My Clarins, con cui lo storico brand di cosmetica francese vuole fare breccia nel cuore delle millennials. Più che di semplici creme, stiamo parlando di veri e propri concentrati di frutta e di benessere. I segni della fatica, la disidratazione e l’inquinamento, per Clarins, si combattono con la natura, a colpi di acqua di cocco, di rosa alpina, di bacche rosse, di fichi e di tanti altri principi attivi offerti dalla natura. Well Done Nature! L’88% degli ingredienti utilizzati per le creme My Clarins sono di origine naturale. Niente formule segrete, dunque, ma un cocktail di frutta ad alto concentrato vitaminico, unito alla grande passione di Clarins per la qualità. ReFresh, ReBoost, ReMove, ReCharge: i nomi la dicono lunga sui poteri benefici delle nuove creme per giovanissime. Della linea di prodotti in uscita, fanno parte diversi tipi di crema idratante, un’acqua micellare, un’acqua di bellezza da nebulizzare su viso e collo, una maschera, un trattamento contro i punti neri e i pori aperti e un siero contro le imperfezioni. E siccome oltre che delle donne, Clarins si prende cura anche dell’ambiente, ha creato un packaging con materiali riciclati i cui colori e la cui grafica portano nel beauty case una ventata di allegria. Inoltre, per le vegane, sarà un immenso piacere scoprire che le nuove creme Clarins sono vegan friendly!


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su