29 May 2019

M.A.C. for Aladdin: make up da mille e una notte

Mac

Quest’estate, le atmosfere orientaleggianti delle Mille e una notte entreranno nel beauty case, con la loro sensuale carica di colori iridescenti. Il brand di cosmetici professionali M.A.C. dà il benvenuto alla stagione calda con una collezione dedicata ad Aladdin, o meglio a Jasmine, principessa delle favole dal piglio moderno. Mentre Cenerentola aspetta paziente il suo principe azzurro, lei, che fa parte della nuova schiera di eroine emancipate della Disney, è una che ama prendere il suo destino in mano. Contro la legge che la obbliga a scegliere un pretendente, sfugge a suo padre, il sultano Agrabah, verso quello che diventerà l’amore della sua vita: un ladruncolo giovane, bello e simpatico (e non può essere altrimenti, visto che siamo in una favola). Alla travolgente storia d’amore fra la principessa e il ladruncolo, M.A.C. dedica una collezione che vibra di colori intensi come quelli indossati da Naomi Scott, che è la Jasmine del nuovo film Disney Aladdin. Tra parentesi: Will Smith è nel ruolo del genio. Il packaging, del prezioso colore dell’oro, è come uno scrigno che nasconde un contenuto tanto misterioso quanto straordinario. Quasi quasi viene voglia di strofinarlo, con la pazza idea in testa che un genio della lampada esca per infondere il suo tocco di saggia magia al nostro quotidiano. Ombretti di colori caldi come quelli dei deserti persiani. Rossetti dalle tinte accese come quelle di splendide regine. Fard che regalano alla pelle quel caldo effetto baciato dal sole. Eye-liner con cui poter creare sguardi da orientale disegnando per intero l’occhio e proseguendo verso l’esterno. L’arsenale di bellezza M.A.C. for Aladdin è completo di tutto e permette di ottenere make up da mille e una notte. Princess Jasmin, Abu!, Live the Genie Life: i nomi dei prodotti sono talmente evocativi che già da soli valgono l’acquisto.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su