27 March 2019

Pandora Mix and Match: i gioielli da sovrapporre

Pandora

Bye bye discrezione. Addio less is more. La moda quest’anno vuole gioielli belli carichi. Spazio quindi a bracciali e collane pieni di ciondoli, da portare, non uno alla volta, ma tutti insieme, senza limiti né freni alla fantasia. La nuova collezione di gioielli Mix and Match di Pandora è tutto questo e molto altro ancora. Bracciali, anelli e collane sono un vero e proprio invito all’accumulo e alla sperimentazione. A pubblicizzare i nuovi bijoux da portare rigorosamente sovrapposti uno all’altro, è stata chiamata Taylor Lashae. Caschetto sbarazzino, frangetta e grandi occhi bruni, la modella americana, con i suoi 605000 followers su Instagram, è una delle it girl del momento. Basta che indossi una cosa lei perché il giorno dopo tutti ne parlino e le vendite salgano alle stelle. Questa volta, per tutte le appassionate di bijou, la modella si è divertita a indossare i nuovi gioielli Pandora, sovrapponendo catenine in oro rosa, aggiungendo anelli su anelli e infilandosi bracciali uno dopo l’altro. Per rendere protagonista il mix and match di gioielli, Taylor Lashae sceglie un look semplice, che permette all’oro e ai ciondoli di Pandora di risaltare ancor di più. Il mélange di metalli e di stili diversi crea qualcosa di unico, che ognuno può divertirsi a personalizzare all’infinito. Sperimentazione, creatività, moda ludica. Sono queste le parole chiave della nuova collezione firmata Pandora. Una collezione che si esprime al meglio quando è in risonanza con la nostra voglia di creare qualcosa di originale. Per personalizzare il proprio stile si può giocare, come fa Taylor Lashae, con gli charm, creando ogni giorno una diversa composizione e aggiungendo sempre nuovi ciondoli. Il risultato, grazie alla sottigliezza di catenine e bracciali, resta comunque molto sobrio, perciò perfetto anche per andare in ufficio.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su