30 May 2019

Gucci: gli occhiali da sole ispirati a Elton John

Gucci2

Per le case di moda, Sir Elton John è da sempre un’inesauribile fonte di ispirazione, e lo sarà ancor di più ora che è stato presentato Rocketman, biopic che ripercorre la sfavillante vita del cantante inglese che ha fatto della creatività nel vestire il suo marchio di fabbrica. Icona di musica e anche di stile, il cantante è divenuto famoso nel mondo, oltre che per i suoi orecchiabili successi, anche per i suoi look eccentrici, fatti di piume colorate e di paillettes. Ultimo in ordine di tempo, quello indossato a Cannes, completo di spilla a forma di razzo, indossata per evocare il titolo del film in suo onore, e di occhiali da sole a forma di cuore con montatura ricoperta per intero da cristalli Swarovski. Ed è proprio sugli occhiali che vale la pena dire qualcosa, perché hanno attirato l’attenzione dei giornalisti di moda più di ogni altro dettaglio di stile visto quest’anno sulla Croisette. Gli occhiali fanno parte della collezione di capi e accessori che Alessandro Michele, direttore di Gucci, ha dedicato all’autore di indimenticabili pezzi come Don’t Go Breaking My Heart. Due sono i modelli fra cui è possibile scegliere. Il primo, quello con lenti a forma di cuore, permette di vedere la vie en rose, grazie ai maliziosi vetri color ciliegia che non nascondono lo sguardo ma lasciano intravedere gli occhi per un ironico effetto vedo non vedo. L’altro paio di occhiali presenta lenti squadrate di taglia oversize. Anche in questo caso, la montatura è tempestata di cristalli Swarovski, che hanno il luccicante colore dell’oro. Le lenti, di color marrone dégradé, hanno un ché di vintage, come quelle indossate da Elton nei suoi primissimi concerti in giro per il mondo. Un occhiale per affrontare l’estate in modo sfacciatamente divertito.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su