9 October 2018

Gioielli personalizzabili: novità autunno 2018

Pandora1

Non c’è niente di meglio di un gioiello per raccontarsi agli altri e per esprimere, condensandolo in una pietra preziosa o in un dettaglio luminoso, il proprio carattere. Se poi il gioiello in questione è personalizzabile, allora è possibile mostrarsi al mondo in tutta la propria unicità, ricordando a tutti quelli che ci stanno intorno, e soprattutto a noi stessi, che siamo speciali. Pandora e Swarovski hanno lanciato due nuove linee di gioielli personalizzabili, con cui dare libero corso alla propria fantasia e poter giocare con la propria vena creativa. La collezione di bracciali personalizzabili firmata Pandora si chiama Reflections. Su una base in spessa maglia metallica, che trovi in argento oppure in oro giallo oppure ancora in oro rosa, possono essere inseriti tanti preziosi charm, da scegliere in base alle proprie emozioni del momento e ai propri ricordi. Grazie al tipo di charm che scegli di mettere, il bracciale Pandora sarà il riflesso della tua personalità. Puoi lasciarlo sobriamente spoglio, se il tuo carattere è discreto, oppure riempirlo di tanti charm diversi, se hai una personalità vitale, sempre piena di cose da dire. La collezione di gioielli personalizzabili firmata Swarovski si chiama invece Remix. La base è, questa volta, un filo sottilissimo, da mettere al polso o attorno al collo. Il sottile filo metallico è fatto per accogliere, col tempo, sempre nuovi charm, fino a riempirsi completamente. Puoi così creare un braccialetto o un collier su misura, frutto delle tue esperienze e dei tuoi desideri. Fra gli charm, trovi le lettere, con cui poter comporre nomi, le pietre colorate, che danno una nota di vivacità al braccialetto e, ancora, trovi i simboli, come l’occhio protettore e la mano di Fatima che portano fortuna, oppure come il cigno, che è il raffinato simbolo di Swarovski.


Irene Sartoretti
Sono nata nel 1982 a Perugia. Da sociologa, mi occupo di culture contemporanee. Ma siccome sono anche architetta, non potevo certo dimenticare l’estetica. Forse perché sono italiana di nascita e francese di adozione, mi trovo particolarmente a mio agio a parlare e scrivere di moda. Oltre a scrivere per il blog di Drezzy e altre riviste, mi occupo di marketing e insegno alla Scuola di Architettura di Strasburgo. L’anno scorso è uscito per la casa editrice Mimesis il mio primo libro: "Intimi Universi. Un viaggio attraverso spazi, arredi e vissuti domestici".
Su